Ho sempre un po’ paura quando si tratta di vini biologici perché spesso i produttori si fanno prendere la mano dalla moda del “vino naturale” e a me non piace bere vino difettato.

La cantina Agriverde mette sullo scaffale del supermercato il Cerasuolo d’Abruzzo Natum 2020 DOC, vino biologico e “vegano”. Sì, esistono vini vegani anche se dentro al vino nessuno metterebbe mai delle bistecche. Per farla breve, il vino vegano non solo non mette bistecche dentro l’uva, ma soprattutto non usa in cantina e vigna niente che abbia origine animale. Dalla colla per attaccare le etichette ai prodotti per conservazione e chiarifica del vino (normalmente sono derivati delle uova). Un vegano non è migliore di un vino tradizionale, è solo semplicemente in linea con una richiesta del mercato.

Per quanto riguarda il biologico, l’idea in sé è ottima; l’abbandono di pesticidi e concimi non può far altro che bene a tutti. Purtroppo chi fa vino biologico, spesso, poi al passo successivo si mette a fare vino “naturale” rovinando tutto il bel lavoro fatto fino a quel momento.

La bottiglia trasparente mi permette di vedere attraverso questo Cerasuolo e notare che il colore è un colore senza stranezze. Sembra un vino fatto bene e pertanto vale la pena di approfittare del 20% di sconto sul prezzo pieno di 6.05€.

Il colore infatti è violaceo tenue, molto brillante… anzi, cosa dico “violaceo tenue”. Questo cerasuolo è cerasuolo. Basta così. Già il fatto che un vino abbia il colore giusto, è una rassicurazione. Il colore è molto intenso, di una tonalità più scura della media. Promette bene, insomma.

Il profumo è delicato, semplice e netto. Non ci sono odori strani a disturbare. Fragole su tutto ma senza esagerare. Non ci sono profumi che prevaricano altri, tutto è ben equilibrato e molto piacevole.

L’assaggio è una conferma. Fresco, piacevole, quasi dissetante anche se il corpo è ben presente e di una certa importanza per essere un rosato. Equilibrato e di buona persistenza.
Attenzione ai 13% perché un vino così va giù da solo ma se lo lasciate andare giù troppo velocemente, poi giù, per terra, ci finite voi.

Ottimo Cerasuolo d’Abruzzo, prezzo onesto e una bella sorpresa, sotto i 10 euro al supermercato si colloca tra i migliori rosati.

Bravi signori della Agriverde, ci riberremo sicuramente.