Duchessa Lia mi aveva già dato qualche spunto interessante col suo Moscato 2018. Ci riprovo e resto sulla stessa annata ma questa volta andiamo da Sua Maestà Nebbiolo.

Il prezzo non è dei più amichevoli, 7,49€ al supermercato devono essere sostenuti da una bella qualità.

Il colore non è dei migliori. Un rosso spento, poco brillante e quasi trasparente. Manca di tono e di lucentezza. Ho paura che ormai sia già un vino troppo vecchio.

Il profumo è un po’ incasinato, arrivano buoni profumi da una parte, poi svaniscono e ricompaiono. Sembra che si rincorrano. Sono sempre più convinto che il periodo migliore di questo vino sia ormai passato.

All’assaggio il tannino è ben presente, anche troppo. La sapidità quasi assente lascia tutto in mano all’astringenza mentre arriva una leggera dolcezza. Tutto dura pochi secondi.

Ci sono troppi errori perché il vino sia stato davvero fatto in questo modo, non ci sono problemi nella conservazione della bottiglia, probabilmente è solamente un vino che non è fatto per andare oltre i due anni dalla vendemmia. Vino da bersi giovane e questa bottiglia non può che essere una delle ultime del lotto 2018.

Duchessa Lia, ti aspettiamo fiduciosi per l’annata 2019.