La verticale di Barolo Fontanafredda

Quando ero all’asilo c’era un bimba insopportabile di nome Gaia che sapeva fare capriole, ruote e verticali. Era un fuscello che si piegava in quattro e che potevi anche mettere dentro uno zaino.

Saltava, si arrampicava, volava e io la odiavo quando si piantava sulle mani a testa in giù e mi derideva “la sai fare la verticale?”

Da quel giorno ho sempre provato a fare la verticale senza mai riuscirci. Botte […]

La freschezza del vino

Si sente spesso parlare di “vino fresco” e di “freschezza”. I sommelier dopo aver agitato il bicchiere sotto il naso e aver assaggiato il primo sorso, definiscono alcuni vini col termine “fresco” ma quando noi lo assaggiamo non sentiamo proprio niente di fresco.

La freschezza non ha a che fare con la temperatura

La freschezza di un vino non dipende dalla temperatura a cui viene servito. Teoricamente anche un vin brulé potrebbe […]

Le lacrime del vino e quelli che rigirano il bicchiere

Non c’è cosa più bella di rigirare il bicchiere ricolmo di vino tenendolo per lo stelo (stiamo bevendo vino in un calice… VERO?)

In realtà ci sarebbero altre milioni di cose più interessanti da fare, ma non mi sembra il caso di divagare.

Giriamo il bicchiere, muoviamo il vino e ci mettiamo a guardare le cosiddette “lacrime” del vino fantasticando su quale incredibile e profondo significato possano avere […]

Brut, extra brut, dry. Che differenza c’è fra tutti questi spumanti?

Quando si acquista uno spumante, che sia prosecco o champagne o Franciacorta (che, vabbè, sono ormai divenuti solo nomi commerciali che significano tutto e niente, a volte non c’è nemmeno differenza. Poi lo spiego.), l’occhio cadde su una dicitura per molti oscura ma che invece è di importanza fondamentale per la buona riuscita della serata.

Sull’etichetta di questi vini si trovano queste diciture:

Extra brut
Brut
Extra dry
Dry
Dolce

Ci sarebbe anche il “pas dosé”, ma […]

Torna in cima